Itinerari e percorsi naturalistici in Toscana.

La Toscana è certamente tra le più belle regioni d'Italia.

Grazie agli indimenticabili paesaggi, all'ottimo vino e all'eccellente cibo tipico, la Toscana viene visitata ogni anno da milioni di persone da tutto il mondo.

Avendo tantissime cose da vedere e da fare, abbiamo deciso di creare questa sezione itinerari in Toscana per dare suggerimenti e idee sui luoghi da visitare, tour tematici, gite fuori porta.

Tanti consigli per organizzare al meglio la vostra vacanza in Toscana.

Parco naturale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna.

Il Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna è stato istituito nel 1993 ed è situato nell'Appennino tosco-romagnolo, tra le province di Forlì-Cesena, di Arezzo e di Firenze.

Il Parco ha come elemento caratterizzante la dorsale appenninica ad andamento tendenzialmente nordovest/sud-est. Dal crinale, si sviluppano nel versante romagnolo, una serie di contrafforti secondari subparalleli che danno origine a diverse vallate laterali. Le quote del Parco variano da 400 a 1.658 metri: il Monte Falco (1.658 m) ed il Monte Falterona (1.654 m), da cui sorge il fiume Arno, sono le vette più alte.

La geologia del versante romagnolo è caratterizzata dalla presenza della formazione marnoso arenacea, costituita da sedimenti di ambiente marino profondo, con grandi banchi di arenaria intercalati a strati di sottili marne. Nella parte toscana il “macigno” costituito da banchi di roccia arenacea alternati a scisti argillosi e marne grigie, è la formazione geologica più presente.



Padule di Fucecchio.
Il Padule di Fucecchio ha un'estensione di circa 1800 ettari, divisi fra la Provincia di Pistoia e la Provincia di Firenze; se pur ampiamente ridotto rispetto all'antico lago-padule che un tempo occupava gran parte della Valdinievole meridionale, rappresenta tutt'ora la più grande palude interna italiana. Per la tutela delle emergenze naturalistiche, storiche ed ambientali del Padule di Fucecchio, la Provincia di Pistoia e Firenze hanno creato Riserve Naturali su una parte del Bacino palustre.

La Riserva Naturale istituita dall'Amministrazione Provinciale di Pistoia nel 1996 ha una superficie di circa 200 ettari ed è divisa nelle due aree 'Le Morette' e 'La Monaca - Righetti' ; la restante parte del bacino palustre è classificata come Area Contigua. Nella riserva naturale viene praticata una gestione attiva che comprende il controllo della vegetazione, il recupero ambientale degli specchi d'acqua libera ed opere di manutenzione tese ad incrementare le opportunità di visita.



La Querciola.
Situata tra Firenze e Pistoia, nella Piana di Quarrata, la riserva si estende per 118 ettari , comprendendo aree coltivate, boscaglia, zone acquitrinose e stagni artificiali, con una presenza faunistica tipica di questo ecosistema.

L'area ospita nel corso dell'anno 176 specie diverse di volatili fra stanziali e di passo. Sono numerose le specie di uccelli acquatici, tra cui airone cenerino, garzetta, airone bianco maggiore, varie specie di anatidi e di limicoli. Il cavaliere d'Italia è presente con una numerosa colonia nidificante tra marzo e agosto. Sono inoltre presenti il tuffetto ed il corriere piccolo.

Info : Comune di Quarrata – Piazza della Vittoria n.11 – Quarrata – PT
Tel. 05737710


Parco naturale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli.
Il Parco si estende in un'area di circa 14245 ettari ripartiti tra la provincia di Pisa e quella di Lucca, e comprende elementi paesaggistici e naturalistici di forte rilievo, come il lago di Massaciuccoli, il più esteso della Toscana, il Padule, le foci dell'Arno e del Serchio e l'ex Tenuta Presidenziale di San Rossore.
Info: Viale delle Cascine – Tenuta di San Rossore – Pisa
Tel. 050539111

Valle dell'Inferno e Bandella.
Compreso tra il Ponte del Romito a monte e il Ponte dell'Acqua Borra a valle, il parco comprende il Bacino Artificiale di Levante e l'ansa del Lago di Brandella, con la tipica vegetazione caratteristica del Valdarno.
Info: Provincia di Arezzo – Protezione della Natura e Riserve Naturali- Via Testa n.2 – Arezzo
Tel. 05753161

Parco naturale della Laguna di Orbetello.
La Riserva comprende l'Oasi del WWF costituita dalla riserva naturale circostante, il bosco di Patanella , l'Isolotto di Neghelli e la Laguna di Orbetello. Vi si conservano una molteplicità di ambienti, dal litorale sabbioso a tratti di macchia mediterranea con boschetti e pinete.
Info: Provincia di Grosseto – Settore sviluppo e Tutela del Territorio, U.O. Aree Protette – Via Trieste n.5 – Grosseto
Tel. 0564484580

Parco naturalistico di Baratti e Populonia.

Con una estensione di 1265 ettari, l'area comprende la zona settentrionale del promontorio di Piombino e la parte costiera relativa al Golfo di Baratti. Di notevole interesse naturalistico per le diversità ambientali, presenta notevoli attrattive turistiche grazie anche alla paesaggistica costiera ed ai ritrovamenti Etruschi ed ai siti preistorici.
Info: Parchi Val di Cornia – Via Lerario n.90 – Piombino – LI
Tel. 056549430

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
 
NuoviPosts VecchiPosts Home page

0 commenti:

Posta un commento