La Liguria e le sue città: La Spezia.

liguriaLa Liguria e le sue città. Come arrivarci, come viverle: in queste pagine si può intraprendere una breve visita virtuale dei quattro capoluoghi della regione.

Notizie di storia, cultura, economia, qualche interessante proposta per un giro turistico e una sosta a tavola.

Ma, soprattutto, i collegamenti per approfondire la conoscenza di Genova, La Spezia, Savona e Imperia attraverso i siti istituzionali delle amministrazioni locali e quelli di interesse generale.

la_speziaI numeri.
Superficie: 51,22 kmq
Altitudine: 3 metri sul livello del mare
Abitanti: 95.091
(dati Istat al 1 gennaio 2001)
Distanza dagli altri capoluoghi: Imperia 223 km; Savona 148 km; Genova 102 km

Un po' di storia.
Le origini di Spezia risalgono all'epoca romana, ma esistono testimonianze di insediamenti che precedono persino l'antichissima Luni (177 a.C.). È nel XIII secolo che la città raggiunge un notevole sviluppo e prestigio. Due sono le date cruciali nella storia di Spezia: il 1343, anno nel quale nasce la nuova podesteria indipendente con capoluogo alla Spezia, e il 1869, data nella quale viene inaugurato l'Arsenale della Regia Marina. Questo avvenimento cambia radicalmente il volto della città, che fino ad allora non si era sviluppata al di fuori dell'insediamento medioevale. L'Arsenale diventa il cuore economico della piccola cittadina e delle zone circostanti, favorendo un rapido e notevole ingrandimento di Spezia in breve tempo.

Economia.
La_Spezia porto
La Spezia deve il suo sviluppo alla costruzione dell'Arsenale militare voluto da Cavour, oggi una delle basi più importanti della Marina Militare. Punto di forza dell'economia spezzina è il turismo, che ha subito una forte espansione negli ultimi decenni sia in riviera che nell'entroterra. Molti nuovi agriturismi sono nati nelle valli e sulle coste permettendo spesso il recupero di casolari agricoli in decadimento e migliorando, quindi, l'aspetto paesaggistico di zone scarsamente abitate. La maggior attenzione alle produzioni agricole di qualità e biologiche ha incrementato un turismo enogastronomico che unisce la tradizione dei piatti tipici alle bellezze naturalistiche. La città è sede di numerose industrie: molto sviluppati i settori elettrotecnico, chimico, alimentare, poligrafico e quello delle ceramiche e porcellane.

Scoprire la città.
castello_di_San_Giorgio1
Il biglietto da visita di Spezia è il Castello di San Giorgio. Si tratta di una fortezza composta da due edifici di epoche differenti: la parte occidentale risale al 1371, mentre quella orientale è opera dei Genovesi ed è stata portata a termine nel XVII secolo. Notevole il patrimonio museali del capoluogo: in attesa del Centro per l'Arte Moderna e Contemporanea della Spezia, si segnala il museo Lia, che raccoglie una splendida collezione di arte antica, donata da Amedeo Lia e dalla sua famiglia alla città. Non lontano dal Lia si trova il Civico Museo Archeologico Formentini. Al suo interno numerosi reperti archeologici del paleolitico e neolitico. Ma il fiore all'occhiello della collezione è l'affascinante raccolta di statue provenienti dalla Lunigiana e risalenti all'età del bronzo e del ferro, raffiguranti forme stilizzate di donne e di guerrieri.

Fuori porta.
cinqueterre
Golfo dei Poeti: da Portovenere a Lerici si apre una delle insenature più affascinanti della Liguria, da oltre duemila anni fonte di ispirazione di poeti provenienti da tutto il mondo: Dante, Byron, Shelley, Hemingway, Montale, Soldati, solo per citarne alcuni.
Cinque Terre: Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola e Riomaggiore: cinque paesi sospesi tra mare e terra, un paesaggio selvaggio unico al mondo, in cui uomo e natura convivono in straordinaria armonia.
Val di Vara: la "Valle dei Borghi rotondi". Un mosaico di paesini arroccati su cucuzzoli che mantengono intatto il tipico schema medievale. Brugnato e Varese Ligure sono i centri più importanti.
Bassa Val di Magra: la valle prende il nome dall'omonimo fiume che la attaversa. Tra i molti paesi dalle origini antiche (Sarzana, Ortonovo, Arcola, Castelnuovo Magra, Vezzano Ligure e Ameglia), si segnala la colonia romana di Luni, oggi importante centro archeologico.

In tavola.
la spezia mesc-ciua
Il piatto simbolo della tradizione culiniaria spezzina, che annovera delle vere e proprie eccellenze culinarie (come lo Sciacchetrà delle Cinque Terre e le acciughe di Monterosso) è la Mesc-ciùà. Si tratta di una zuppa popolare nata dalla fantasia e dalla necessità delle mogli dei portuali spezzini, che raccoglievano con le mani e con le scope sulle banchine del porto tutto ciò che era caduto dalle fenditure dei sacchi trasportati e scaricati dai vascelli. La festa patronale Il Santo Patrono di Spezia è San Giuseppe, festeggiato il 19 di marzo. Ogni prima domenica di agosto si tiene la Festa del Mare, durante la quale si disputa il palio del Golfo.

Come arrivarci.
In auto.
La Spezia è ben collegata sia con i Paesi che la circondano che con le altre città grazie alle autostrade A12 Genova- Livorno, A15 La Spezia- Parma, e alle statali ss1 Aurelia, ss62 del Passo della Cisa, ss63 del Passo del Cerreto.

In treno.
Ottime anche le comunicazioni in treno, numerosi i collegamenti in tutte le direzioni dalla Stazione Centrale.
Informazioni sugli orari si possono trovare sul sito di Trenitalia

In aereo.
Gli aeroporti più vicini sono il Cristoforo Colombo di Genova a 100 km di distanza e il Galileo Galilei di Pisa a 90 km.
Approfondimenti


Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

NuoviPosts VecchiPosts Home page

0 commenti:

Posta un commento