Monti Dauni: le tracce del lupo nei borghi pugliesi.

Vivere la vacanza nei Monti Dauni è vivere un’esperienza mai banale che sa regalare emozioni, far rilassare, ma anche educare e divertire. Si può apprezzare e respirare la cultura e la storia visitando fortificazioni, musei e siti archeologici.

Rimanere affascinati dalle bellezze artistiche e architettoniche che compongono i borghi storici. Percepire la spiritualità e devozione dei luoghi sacri, dei santuari e delle chiese.

Immergersi nella natura, deliziandosi con la visita a boschi, parchi eolici o avventurandosi lungo percorsi naturalistici. Imparare e divertirsi insieme ai propri bimbi partecipando ad attività didattiche o itinerari culturali.

Nutrire il fisico e lo spirito dedicandosi alle molteplici attività e sport all’aria aperta. Ci si può infine rilassare e concedersi qualche cura di benessere. Senza dimenticare le occasioni di intrattenimento. Il panorama di eventi, manifestazioni, fiere ed iniziative culturali è davvero ricchissimo, durante tutto il corso dell’anno.

In queste occasioni si può assaporare l’identità del luogo attraverso la degustazione dei suoi prodotti eno-gastronomici, apprezzando l’artigianato locale, o ancora partecipando ad un evento religioso, teatrale o musicale. In questa sezione troverete le descrizioni e tutti i riferimenti per vivere il territorio in tutte le sue espressioni.

Il territorio dei Monti Dauni è caratterizzato da diverse zone di alto valore naturalistico e paesaggistico. Si trovano bellissimi specchi d’acqua naturali o artificiali, giardini e orti botanici, aree faunistiche e tante altre zone naturali dove è possibile effettuare meravigliose escursioni.

Numerosi sono anche i parchi eolici.

Tutte queste zone possono essere visitate percorrendo i vari sentieri tracciati nei secoli dal passaggio degli animali e poi sfruttati dall’uomo o realizzati dall’uomo stesso. Molte di queste zone hanno anche aree pic-nic o aree ristoro dove è possibile effettuare piacevoli soste.

All’interno del territorio dei Monti Dauni diverse sono le aree di interesse naturalistico di rilevante importanza, come le aree SIC (Siti di Interesse Comunitario), i giardini, gli orti botanici e le aree faunistiche.

Le aree SIC presenti nel territorio sono: la Valle del Cervaro, Bosco dell’Incoronata caratterizzata dalla presenza del corso Cervaro, con formazioni di vegetazione ripariale di notevole importanza; l’area del Monte Sambuco che presenta un esteso bosco mesofilio; la Valle del Fortore – Lago di Occhito, area protetta con un invaso di origine artificiale in fase di lenta naturalizzazione, e il fiume Fortore, caratterizzato da una interessante vegetazione arborea ripariale, e dal piccolo e pregevole bosco Dragonara, importante dal punto di vista avifaunistico.

L’area di Accadia – Deliceto ricca di boschi caducifogli e caratterizzata dalla presenza, lungo il torrente Frugno, di una caratteristica foresta a galleria di Salice e Pioppo; il Monte Cornacchia - Bosco di Faeto dove il monte Cornacchia (1100 m s.l.m.) costituisce la vetta più alta della Puglia; la Valle Ofanto, sito di elevato valore paesaggistico, archeologico e naturalistico, dove è stato possibile avvistare la lontra.
Imagehosting at Imageloop
Come arrivare.

Il territorio dei Monti Dauni è posto geograficamente al confine della Puglia con la Basilicata a sud-ovest, con la Campania ad ovest e nord-ovest, del Molise a nord-ovest e nord e ad est con la pianura del Tavoliere.

IN AUTO

Da est:

percorrendo la S.S. 17 da Foggia in direzione di Campobasso, si entra nei territori dei Monti Dauni passando da Lucera.
Sempre da Foggia, si attraversa la parte centrale dei Monti Dauni con la S.S.90 in direzione Benevento.
Arrivando da Bari, si percorre l’A16 Napoli-Canosa uscita per Candela.

Da ovest:

provenendo da Campobasso si percorre la S.S.17 in direzione Foggia, entrando nei territori dei Monti Dauni passando nei pressi del lago di Occhito.
Da Benevento si percorre la S.S. 90 in direzione Foggia per attraversare la parte centrale dei Monti Dauni.
Da Napoli si percorre l’A16 Napoli-Canosa in direzione di Bari uscita per Lucera (o Candela).

Da nord:

Arrivando da nord con l’A14 uscire a San Severo e prendere la S.P. 109 in direzione Lucera, di seguito la S.S. 17 in direzione Campobasso.
Alternativamente proseguire sull’A14 ed uscire al casello di Foggia e prendere la S.S.90 in direzione Benevento, altrimenti la S.S. 655 in direzione di Candela.

Da sud:
Provenendo da sud, si può prendere la S.S.658 da Potenza in direzione di Melfi-Foggia.

IN AEREO

L’aeroporto Gino Lisa di Foggia è il più vicino ai Monti Dauni ed è collegato a molte città italiane tra cui Milano, Palermo, Roma e Torino.

In alternativa, vi sono l’aeroporto di Capodichino di Napoli o il Karol Wojtyla di Bari.

IN TRENO

Da Roma:
tratta per Foggia o per Benevento.

Dalla costa adriatica:
tratta per Foggia e da Foggia regionale per Benevento.

Da Napoli:
tratta per Benevento e da Benevento regionale per Foggia.
Il regionale Foggia - Benevento ferma nelle stazioni di Panni, Orsara di Puglia e Bovino.

IN BUS

I comuni dei Monti Dauni sono collegati alle stazioni di Foggia e Benevento. I servizi di autolinee sono: Ferrovie del Gargano, Sitabus, Acapt e Clp Bus.

Crea le tue foto ed immagini come Slideshow per eBay, Netlog, MySpace, Facebook o la tua Homepage!Mostrare tutte le immagini di questo Slideshow

Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

NuoviPosts VecchiPosts Home page

0 commenti:

Posta un commento