Per antiche mura: Ceriana, Un paese nella roccia tra ulivi e frantoi.

Arrivata la Pasqua ogni occasione è buona per fare una gita fuori porta. Per antiche mura: Ceriana, Un paese nella roccia tra ulivi e frantoi.

Il dima è più dolce e le giornate, più lunghe, permettono di godere il più possibile della suggestione che solo borghi come questi possono offrire

Un paese nella roccia tra ulivi e frantoi.

Nell'isolato entroterra ligure,questo piccolo paese, appare come appoggiato sulla roccia, pietra che ancora affiora tra i muri delle case, su incroci di archi e possenti contrafforti. La sua fondazione si colloca, tra il X e il XII secolo, sulla sommità di una collina, ma parte del borgo è cresciuto anche lungo le sponde dell'Armea per sfruttarne la corrente per i frantoi ad acqua.

Uno sviluppo an­cora oggi visibile attraverso le ca­scine dotate delle caratteristiche macchine idrauliche che sono nate dall'esigenza di lavorare le olive sul posto e che costituiscono un ar­monioso esempio di sfruttamento apportato dall'uomo sull'ambiente.


Per antiche mura: Ceriana.

Attualmente ancora in funzione, chi si trova a visitare Ceriana ha infatti l'occasione di osservare numerosi piccoli edifìci in pietra che pur es­sendo d'uso familiare hanno reso celebre nel mondo l'olio di oliva ligure.

Il Borgo.

Tornando verso il borgo ci si accorge che il nucleo abita­tivo vero e proprio prende forma attraverso numerose stradine che si aprono tra le case in pietra a vista che, alte, strette e ognuna diversa, formano tutte insieme un complesso architettonico unitario che offre allo sguardo una suggestiva atmosfera medievale.
Leggi anche: Per antiche mura: Candelo, un rifugio sicuro che resiste anche al tempo.
Tor­nando tra le vie, tra fontane scavate in monoliti di arenaria e portali scolpiti, spiccano poi edifici su cui vale la pena soffermarsi: la torre civica di San-t'Andrea, la suggestiva Chiesa di Santo Spirito in stile romanico, la monumentale facciata secentesca della Parrocchiale di San Pietro e Paolo e l'imponente set­tecentesco Palazzo dei Conti Roverizio. Un piccolo gioiello dal grande valore artistico.

Come arrivarci.

COME ARRIVARCI. IN AUTO. Per arrivare a Ceriana è necessario arrivare come pri­ma cosa a Sanremo, o per autostrada (AIO) o seguen­do l'Aurelio (SS1). Da qui passando per il Poggio, è sufficiente seguire le indicazioni stradali per Boiardo.
Per antiche mura: Ceriana, Un paese nella roccia tra ulivi e frantoi.Twitta
INFORMAZIONI.  Municipio Corso Italia, 141 td.01§4551017.fax0184 551017
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
NuoviPosts VecchiPosts Home page

2 commenti:

  1. Aggrappata, quasi nascosta a un contrafforte della valle Armea, a una decina di chilometri dal mare (che però non si vede) Ceriana, entroterra sanremese, ha il fascino di quei luoghi-tentazione dove per un attimo pensi: "Se mi rifugio qui non mi beccano più... e mi invento anche un'altra identità".
    Passato ormai il - relativo - bailamme del periodo estivo, il paese, poco più di milleduecento anime, non tarda a presentarsi per quello che è: un piccolo scrigno di sorprese.

    RispondiElimina