Zocca, solidarieta senza frontiere lungo l'appennino.

Immersa nei vasti boschi di casta­gni dell'Appennino tra il Reno ed il Panare, si trova a 759 metri sul livello del mare, Zocca, un'ospitale ed allegra località in provincia di Modena e poco distante dal Parco Regionale dei Sassi di Roccamalatina.

Il suo toponimo si deve alla zoco, una ceppaia di castagno pres­so cui i mercanti s'incontravano per effettuare scambi commerciali o per parlare di affari.

Nel 1464 queste attività furono istituzionalizzate da Borso d'Este e la zoco divenne allora luogo di mercato il 25 luglio (San Giacomo) e il 26 luglio (Sant'Anna), giorni riservati alla fiera ancora oggi. Annoverata tra le Città del Casta­gno,

Zocca da 27 anni svolge nel mese di ottobre la rinomata Sagra della Castagna, in cui si possono gustare i deliziosi piatti tipici della tradizione montanara, tra cui spic­cano i borlenghi e le crescentine nelle tigelle servite coi gustosi salumi della zona.
Leggi anche: Vicino a Modena la cittadina di Carpi affascina con il suo borgo.
Per rendere omaggio tutto l'anno a questi importanti prodotti, in un antico Ospitale per pellegrini, loca­lità Monte San Giacomo, sono stati realizzati il Museo del Castagno e il Museo del Borlengo, mentre la Mostra permanente della Tigella si trova poco distante, in località Samone di Guiglia.
La vitalità di questo centro dell'Appennino modenese non è legata solo al castagno, ma anche ai tanti esercizi commerciali, alle strutture ricettive e ai numerosi impianti sportivi, tra cui un nuovis­simo palazzo dello sport.

Di grande interesse storico-natu­ralistico sono poi le frazioni circo­stanti il territorio di Zocca (Ciano, Montalbano, Missano, Montecoro­ne, Montetortore, Montombraro e Rosola) e l'importante rete sentie-ristica, percorribile a piedi, a caval­lo e in mountain-bike,che attraver­sa suggestivi borghi medievali ed incontra resti di torri, antichi castelli e chiese.

In estate, inoltre, un ricco e varie­gato programma di eventi e mani­festazioni anima la calda stagione. Vanno ricordate tra tutte la "Rievocazione storica" che si svol­ge ogni anno nel mese di agosto per valorizzare i borghi del territo­rio, con suggestivi spettacoli, ambientazioni e la rassegna "Giovani in musica" nei mesi di luglio e agosto, ma soprattutto "...2005 MINUTI DI SO­LIDARIETÀ".

Zocca vi invita, infatti, a prendere parte a questo evento che si articola in tre giorna­te: il 15-16-17 luglio. Una tre giorni, organizzata dalla Pubblica Assistenza di Zocca, all'in­segna del divertimento e della beneficenza a favore dei bambini della Bielorussia. Grazie all'ANPAS dell'Emilia Romagna, infatti, verran­no ospitati, per tutto il mese di luglio, da famiglie della regione bambini provenienti dalle zone col­pite dal disastro nucleare.
Montecorone, frazione del comune di Zocca (foto)

Conosciuta per aver dato i natali a Vasco Rossi, Zocca vi invita,nel verde dei suoi castaganeti, a scoprire le sue tradizioni gastronomico-culturali e le interessanti iniziative di solidarietà senza frontiere.
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:
NuoviPosts VecchiPosts Home page

2 commenti:

  1. Sono passati dodici anni da quando una ventina di volonterosi di Zocca e Montalto pensarono non tanto di fare elemosina ai poveri della Costa d’Avorio, ma di ‘insegnare loro un lavoro’. Nacque così, nell’ambito dell’associazione nazionale ‘Insieme si può’, il gruppo ‘Insieme si può...costruire un mondo migliore’, che sabato festeggerà i risultati raggiunti con una serata conviviale, nella migliore tradizione di montagna.

    RispondiElimina