Un viaggio all scoperta delle bellezze naturalistiche, delle specialità enogastronomiche e dell'artigianato della regione Abruzzo.

Abruzzo_parchi_mapL'Abruzzo è molto di più di quel che ci si aspetta. Racchiude tutti i panorami immaginabili, dal duro ghiacciaio del Gran Sasso, alle piccole calette ghiaiose di Vasto. La natura è sempre protagonista. 

Verdissimi altipiani si susseguono fino a un litorale vario e assolato, mentre la storia lascia le sue tracce un po' ovunque. Eremi montani inaccessibili, imponenti castelli che svettano su antichi borghi, torri abbandonate in riva al mare, abbazie di epoche lontane nascoste, resti di città secolari. Si scopre una terra che il tempo non invecchia ma arricchisce.
Riscoprire a piedi.

Il paesaggio cambia spesso in modo assai repentino. Si può passare da spiagge dorate a piste da sci in soli 40 km! Alla curiosità del viaggiatore si svela un sorprendente patrimonio fatto di scorci e di attrazioni ancora poco pubblicizzati. È una terra da percorrere lentamente, magari abbandonando l'auto e inoltrandosi lungo i sentieri che incrociano valli e vette, circondati da una natura rigogliosa ma a volte impegnativa. E ancora, in bici, a cavallo, in arrampicata, a vento o seguendo la corrente, con gli sci o con le pinne... Per le soste, si può scegliere tra 440 agriturismi o uno dei 35 rifugi montani. E 6 strade del vino si snodano per soddisfare il palato. 

La Regione Parco.

abruzzo naturaLa natura abruzzese è preziosa. Sul territorio troviamo 4 Parchi, 38 Riserve Naturali, 9 Aree Protette e 1 Zona Umida. Qui si pesca, ci si immerge, si va in canoa o si arrampica sulle falesie. 24 le località sciistiche, tra cui Roccaraso che ha ospitato la Coppa Europa di sci, e anelli di fondo anche di 30 km. E poi chilometri di sentieri (segnati dal CAI) di tutti i livelli di difficoltà, per escursionisti, appassionati di mountain bike e passeggiate a cavallo, come i 320 km dell'Ippovia del Gran Sasso. Più di 320.000 ettari di aree protette su un territorio regionale che per il 65% è occupato da montagne. E infine gli attrezzatissimi 133 km di costa.

I Solitari delle montagne.
Terra che ha ispirato la ricerca del divino nella natura, l'Abruzzo è disseminato di eremi e santuari. In nessun altro posto come qui, i santi hanno vissuto a contatto stretto con pietre e boschi. Il viaggiatore si perde nei silenzi di luoghi intrisi di sacralità, sospesi tra le rocce e il cielo e, a volte, tra le rocce e l'acqua, come nel caso dell'eremo di San Venanzio. Lo spirito e l'arte: l'arcaicità di questa terra è stata musa di artisti e poeti che la restituiscono nelle loro opere fresca e selvaggia. Misteriosi i serpari dei quadri di Michetti, splendida e selvatica la pittorica e letteraria Mila Codra, figlia di Jorio. 

Terra di frontiera.

Terra di confine per secoli. Casa degli Italici e terra di conquista per Romani, Tedeschi, Francesi, Spagnoli, Piemontesi. Ci si batté per il controllo di un fortino naturale, protetto dai monti e con un vasto sbocco sul mare. Dal '500 in poi, con gli Spagnoli, l'Abruzzo diventa la parte più settentrionale dell'Italia meridionale. Il legame con il Sud, saldato dalla transumanza, e quello necessario con il confinante Stato della Chiesa, si ritrovano in mille sfumature. Nomi pugliesi per le città e il privilegio di una Scala Santa sono alcune delle cifre di questa cultura multiforme.

Abruzzo di rocce e acqua.
Massiccio e forte, ma anche incredibilmente ricco di acqua. Rocce pesantiracchiuse tra bacini montani e il mare Adriatico. Sette sono i grandi laghi, di cui ben cinque creati artificialmente. Su tutti primeggia il ricordo del grandissimo Fucino, ora pianura straordinariamente fertile, ma fino alla metà dell''800 il terzo bacino lacustre d'Italia per estensione. E poi cascate, fiumi che scavano canyon, il placido mare. E l'acqua diventa salutare nelle terme di Popoli, Canistro, Caramanico e Raiano che la offrono preziosa e benefica.

Il sapore vero della gente.
Il sapore unico delle terrate, piatti della cucina pastorale abruzzese, e poi i salumi di Campotosto, i mitici formaggi di pecora, le cialde cotte tra due ferri arroventati, i fieri mostaccioli al cioccolato. Ma anche sapori raffinati come il parrozzo dannunziano, il finissimo liquore Aurum, lo zafferano, prezioso oro rosso di Navelli, le delicate sise delle monache. Il gusto dell'Abruzzo è vario come la sua terra, e cambia nelle forme e nella sostanza, tra il mare e la montagna. Un gusto che ormai va affermandosi in tutto il mondo.

  Alla rocca Ubaldinesca
Alla rocca Ubaldinesca
Il castello di Sassocorvaro é solo una delle imponenti memorie di epoca medievale nell'entroterra di Urbino, insieme ai monumenti di Urbania e Fermignano
Brodetti e guazzetti
Brodetti e guazzetti
Il pesce domina, affiancato da pasta, vino Doc e salame in un viaggio tra mare e monte intorno al Conero
Brodetto e poesia a Porto Recanati
Brodetto e poesia a Porto Recanati
Lungo la costa sulle tracce di Leopardi: zuppe di pesce, cozze a volontà  e pani aromatizzati
Culle del rinascimento
Culle del rinascimento
Monumentali chiese e castelli si osservano percorrendo un itinerario ad anello da Fano a Fossombrone, passando per Mondolfo, Mondavio e Pergola
Da Ascoli
a Macerata
Da Ascoli a Macerata
Preziosi affreschi di epoche diverse decorano gli edifici sacri di Sarnano, San Ginesio e Amandola
Fra Gradara e Tavullia
Fra Gradara e Tavullia
Non solo la celebre Rocca di Paolo e Francesca, ma i resti di vari complessi fortificati raccontano le antiche lotte per il controllo della costa adriatica
Fra mare e monti, in tour
Fra mare e monti, in tour
Da Porto Recanati a Macerata: il brodetto e la serpe

I cocci 
di Fratte
I cocci di Fratte
Visita alle botteghe artigiane di Pesaro, Urbino e dintorni alla ricerca di ceramiche e stoffe stampate, libri e incisioni d'arte
Il tombolo e le pajarole
Il tombolo e le pajarole
Nomi insoliti caratterizzano gli oggetti-simbolo dell'artigianato locale: dai merletti di Offida ai cesti di Acquaviva Picena
Intorno a Recanati
Intorno a Recanati
Preziose colline di ulivi nella patria di Giacomo Leopardi. La mano di grandi artisti per il santuario di Loreto: Bramante, Sansovino e Vanvitelli
La cucina dei Montefeltro
La cucina dei Montefeltro
Gusti decisi e sapori d'un tempo, dal Metauro al Montefeltro: tartufi e funghi a fianco di prosciutti, formaggi e pasta fatta in casa
La riviera picena
La riviera picena
Fra San Benedetto del Tronto e Porto San Giorgio la zona degli stabilimenti balneari non mette in ombra l'antico fascino dei quartieri di pescatori
Le grotte dell'Ittiosauro
Le grotte dell'Ittiosauro
I resti fossili di un animale vissuto 150 milioni di anni fa sono custoditi dal Museo di Genga, nel cuore di colline scavate dall'acqua che ha modellato le celebri Grotte di Frasassi
Le Marche dal cuore goloso
Le Marche dal cuore goloso
La magia di un paesaggio unico, deliziandosi dei piatti della cucina contadina
Le strade del vino
Le strade del vino
Mangiando ravioli, focacce e dolci, bevendo Rosso Piceno Superiore e Offida Doc: una magica altalena di gusti e aromi
Medioevo di vino
Medioevo di vino
Dalle colline coltivate alle mura di Corinaldo: sfilate storiche e piatti appetitosi
Quattro insoliti musei
Quattro insoliti musei
La riviera adriatica custodisce raccolte di anfore e conchiglie, pesci e molluschi, senza dimenticare preziosi cimeli raccolti nelle spedizioni al Polo Nord
Radica e tabacco
Radica e tabacco
Fra i prodotti dell'artigianato marchigiano spiccano le pipe di Recanati, insieme a vivaci ceramiche, cesti intrecciati e oggetti di pelle
Storia 
e cucina
Storia e cucina
Senigallia, Arcevia e Sassoferrato: tracce di un glorioso passato e piatti di antica tradizione
Sul lago di Fiastra
Sul lago di Fiastra
Itinerario a piedi nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini verso l'abbazia di San Salvatore, passando per le Gole del Fiastrone: é solo una piccola porzione del sentiero che esplora questa immensa area protetta in nove tappe
Sulle tracce
della porchetta
Sulle tracce della porchetta
Itinerario gastronomico nell'entroterra verso i Monti Sibillini, dove trionfano insaccati, formaggi, funghi, tartufi e lumache
Terra e acqua
Terra e acqua
Le terme di Maceratra Feltria producono ottimi fanghi terapeutici, per trasferire anche a casa i benefici degli elementi naturali
Tra Fermo e Moresco
Tra Fermo e Moresco
Una sorprendente sequenza di tesori architettonici é concentrata in piccoli borghi e cittadine dell'entroterra marchigiano, a pochi chilometri da Porto San Giorgio: castelli, chiese e palazzi gotici
Tuffarsi dal Conero
Tuffarsi dal Conero
Splendide scogliere si affacciano sul mare a sud di Ancona, invitando a scoprire le spiagge di Portonovo, Sirolo e Numana

 
Se ti è piaciuto l'articolo , iscriviti al feed cliccando sull'immagine sottostante per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

NuoviPosts VecchiPosts Home page

0 commenti:

Posta un commento